Lunedì, 24 Giugno 2013 10:32

PRESENTAZIONE JEAN D'AUTON E IL SACCO

Rimasto per più di cinque secoli fra leggenda e storia, è tempo che il "Sacco di Castellaneta" entri nella storia con tutti i crismi che si danno agli avvenimenti di importanza. Domani, martedì 25 giugno, alle ore 19.30, presso il Palazzo Baronale, nel borgo antico della città di Castellaneta, sarà presentato il libro di Pietro Loglisci "Jean d'Auton e il Sacco di Castellaneta".

La presentazione del volume che approfondisce la preziosa figura del monaco francese, legata allo storico episodio della cacciata dei castellanetani delle truppe francesi guidate da Nemours nel 1503, sarà curata dallo storico Cosimo Damiano Fonseca. A fare gli onori di casa il Vescovo della Diocesi di Castellaneta Mons. Pietro Maria Fragnelli. Interventi del sindaco di Castellaneta Giovanni Gugliotti e dell'assessore comunale a Cultura e Pubblica Istruzione Annarita D'Ettorre.

LA FIGURA DI JEAN D'AUTON NEL LIBRO DI LOGLISCI

Jean d'AUTON è un monaco francese (diventato Abate), nato nel 1466 e morto nel gennaio 1528, resosi celebre per avere spontaneamente preso l'iniziativa di seguire le truppe che il re di Francia Luigi XII mandava in Italia tra la fine del Quattrocento e l'inizio del Cinquecento. Ma paradossalmente, proprio per non avervi assistito di persona, la sua testimonianza è più autentica e sicura, perché la descrizione che fornisce non è quella di qualcuno che ha visto i fatti dall'esterno e forse anche superficialmente, ma quella raccolta dalla bocca di coloro stessi che ne erano stati gli autori.

Jean d'AUTON non fu solo colui che raccontò i fatti del "Sacco" con le dovute precisioni storiche. Fu anche colui che difese i cittadini castellanetani agli occhi del re di Francia dicendo che non avevano avuto torto a cacciare i Francesi, perché erano più di 9 mesi che i militari non pagavano né il vitto né l'alloggio, e che la colpa era sicuramente dei Tesorieri che non spedivano presto il denaro necessario a questi pagamenti.

La sua missione consisteva ad osservare tutto ciò che accadeva durante gli spostamenti delle armate o ad informarsi presso le fonti più affidabili riguardo allo svolgimento degli avvenimenti ai quali non aveva potuto assistere, e a mettere per iscritto i fatti, per informare il re tramite lettere.

Chi poteva meglio raccontare i fatti se non gli autori? Il 23 febbraio 1503, giorno in cui i castellanetani cacciarono il presidio francese dal paese, Jean d'AUTON si trovava a Ruvo, dove commentò in diretta la presa della città da parte degli Spagnoli. Agli avvenimenti del "Sacco" non potette quindi assistere di persona. La domanda che qualcuno potrebbe porsi è di sapere se Jean d'AUTON sia realmente venuto a Castellaneta. Ma di questo non c'è dubbio. Prima di tutto perché racconta i fatti dicendo: "come ho saputo da alcuni di loro" riferendosi ai castellanetani che aveva interrogato, e poi perché a un certo punto dice che i castellanetani, dopo aver fatto prigionieri i 50 uomini del presidio, li legarono e li consegnarono ai soldati spagnoli fatti entrare nel paese " attraverso la Porta che dà dritto davanti a Taranto".

Ma qualche giorno dopo, incuriosito dall'importanza dell'accaduto, venne a Castellaneta per informarsi, presso coloro che avevano organizzato la cacciata dei Francesi, su com'erano andate le cose , e mise per iscritto i fatti così come gli furono raccontati sul posto.

Questa Porta che dà dritto davanti a Taranto, i castellanetani lo sanno bene : è la Porta Piccola, situata a due passi dai luoghi dell'accaduto. In realtà – come si seppe dopo – i Tesorieri, anziché spedire il denaro alle truppe in Italia, se lo tenevano e se lo spartivano fra di loro. Non essendo stato testimone "oculare" dei fatti, Jean d'AUTON è comunque un testimone "indiretto".

Ma solo qualcuno del paese o qualcuno venuto a Castellaneta può designarla come la Porta che dà dritto davanti a Taranto.

Fu fatta un'inchiesta, e l'anno dopo, i Tesorieri colpevoli furono impiccati sulla Piazza di Blois.

Domenica, 23 Giugno 2013 18:11

EMERGENZA IDRICA - AGGIORNAMENTI

Nella giornata di Sabato 22 c.m., il Sindaco Gugliotti e l'Ass.re ai LL.PP. Rubino hanno ottenuto dal responsabile dell'AQP Valentini la possibilità di far eseguire un allaccio provvisorio dalla rete dell'AQP a quella comunale per fronteggiare l'emergenza idrica conseguente all'avaria del pozzo San Martino,essendo la quantità di acqua erogata dal Consorzio Stornara e Tara insufficiente a raggiungere le zone piu' lontane.  

Il by-pass tra le due condotte,con annessa valvola di non ritorno, è stato realizzato in giornata stessa tra Via Mercato e Via Vittorio Emanuele. Sembra dai primi accertamenti tecnici che la situazione stia tornando alla normalità quasi ovunque,specie nel centro storico, Via Mercato e Via Ospedale.

Nel frattempo la ditta incaricata per la sistemazione definitiva al guasto del pozzo comunale opera senza sosta (Domenica compresa), cosi' come impartito dal Tecnico comunale responsabile del procedimento.

Si rinnova l'invito ad evitare sprechi fino a tutta la durata dell'emergenza, ed a non usare l'acqua locale per fini domestici ma solo per usi igienico- sanitari (cosi' come da ordinanza piu' volte richiamata, e tuttora vigente).

Chiedendo ancora scusa ai cittadini per i disagi arrecati e, cercando di far rientrare l'emergenza il prima possibile, si coglie l'occasione per ringraziare l'AQP ed il Consorzio di Bonifica Stornara e Tara della preziosa e fattiva collaborazione con codesto Ente comunale.

F.to L'Assessore ai LL.PP. (Sig. Alessandro RUBINO)
F.to Il Sindaco (Avv. Giovanni GUGLIOTTI)

UNDICI CONCERTI ITINERANTI PER LA CITTA' DAL 25 GIUGNO AL 3 SETTEMBRE

Lunedì prossimo, 24 giugno, alle ore 11, presso la sala consiliare del Comune di Castellaneta, in via Principe di Napoli, si terrà la conferenza stampa di presentazione dell'evento musicale che racchiuderà una intera estate e che, ogni martedì della settimana, animerà varie location della città.

Notedinotte: è questo il titolo della rassegna musicale, alla prima edizione, che è promossa dagli assessorati alla Cultura ed al Turismo del Comune di Castellaneta, con la direzione artistica di Giuseppe Di Gioia, in collaborazione con l'Istituto superiore di studi musicali "G. Paisiello" di Taranto, l'associazione musico-culturale "Crisalide" e la Pro Loco di Castellaneta.

Interverranno alla conferenza stampa: il sindaco di Castellaneta Giovanni Gugliotti, l'assessore comunale a Cultura e Pubblica Istruzione Annarita D'Ettorre, l'assessore comunale al Turismo Giuseppe Angelillo, il direttore artistico Giuseppe Di Gioia ed il direttore dell'istituto "G. Paisiello" Lorenzo Fico.

 

Non solo non si spende in più, al contrario è l'offerta più vantaggiosa per il comune. L'offerta della Newtech è la più vantaggiosa in circolazione, visto che al comune son giunte altre due proposte entrambe di 30 mila euro, una a marzo e l'altra all'inizio di questo mese, tra l'altro con formule che prevedono o l'acquisto immediato o la concessione del suolo pubblico in comodato d'uso gratuito, ben diverse e svantaggiose rispetto a quella presa da noi.

Riguardo al comune di paragone, Maruggio, preciso che il prezzo concordato lo scorso anno era promozionale, lanciato dalla ditta per entrare nel mercato. Installata a gennaio in pochi mesi ha erogato 68 metri cubi di acqua, in una città che ha un terzo della popolazione di Castellaneta. I dati son così incoraggianti che l'amministrazione maruggese sta installando un'altra macchina identica a Campo Marino pagando quanto Castellaneta ed alle stesse condizioni. La città di Valentino è primo comune del versante occidentale ad avvalersi di questo servizio, visto che altri impianti si stanno realizzando solo a Torricella e Montemesola, ovviamente alle medesime condizioni di Castellaneta.

Anzi, se proprio vogliamo dirla tutta, l'amministrazione di Castellaneta è stata più perspicace delle altre in merito a 2 aspetti: il primo prevede che tutte le spese per l'allaccio saranno comunque asseverate dal nostro ufficio tecnico (in buona sostanza non potranno chiederci cifre fuori mercato); il secondo riguarda un omaggio che l'assessore è riuscito a strappare alla ditta e che non risulta tra le carte, di cosa si tratta? Lo vedremo all'installazione.

Infine riguardo al sistema di raccolta degli introiti la scelta di demandarla al fornitore nasce da una necessità di snellire le pratiche burocratiche che rallenterebbero il flusso economico. Infatti la presenza del doppio contatore è un segno di assoluta garanzia sul computo della cubatura dell'acqua erogata. Del resto, conti alla mano, si sa che per scomputare l'investimento occorrerà erogare 460 mc di acqua, ovviamente oltre IVA e spese di allaccio.

L'installazione di questo distributore è rivolta a quei cittadini che sono soliti acquistare acqua imbottigliata, per offrir loro lo stesso prodotto ad un prezzo più vantaggioso e salvaguardando l'ambiente. Non vuol certo scardinare le abitudini di chi è solito prendere acqua alla fontana o dal rubinetto.

Infine rispondo ironicamente all'accusa dello "scialacquare" dicendo che ad una parte dell'opposizione, tanto per restare in tema e vista la calura estiva, consiglio un bel bicchiere di acqua fresca, magari anche frizzante, per riconquistare brio e lucidità.

Assessore dott. Gianrocco De Marinis

Giovedì, 20 Giugno 2013 15:49

BENEDIZIONE STAUTA B.V. MARIA DI MEDJUGORJE

La protezione della Madonna di Medjugorje sulla città. Sarà benedetta venerdì 21 giugno alle ore 20 la statua della Vergine portata dalla cittadina croata da un benefattore castellanetano.

La statuina sarà installata nell'aiuola, adottata dagli abitanti di via tedesco, che fa da sparti traffico a via Verdi, via Sacro Cuore e via tedesco appunto.

Alla cerimonia saranno presenti il parroco del Cuore Immacolato di Maria don Nunio Picaro ed il sindaco di Castellaneta, l'Avv. Giovani Gugliotti.

Per l'occasione il traffico veicolare subirà qualche modifica per permettere la celebrazione della cerimonia.

Mercoledì, 19 Giugno 2013 18:00

EMERGENZA IDRICA - AVVISO PUBBLICO

Si informa la cittadinanza che a causa della rottura in data 08/06/2013 della pompa sommersa del pozzo comunale sito in zona San Martino che alimenta la rete di distribuzione dell'acquedotto comunale, si è determinata una grave situazione di emergenza idrica.

Nello stesso giorno in cui si è verificata l'interruzione del prelievo dell'acqua, per garantire un minimo di fornitura, è stato realizzato un allaccio provvisorio con la rete idrica dell'acquedotto rurale del Consorzio di Bonifica Stomara e Tara e, tempestivamente il Servizio Acquedotto comunale, in esecuzione dell'ordinanza Sindacale n. 56 del 11/06/2013, ha avviato i lavori di ripristino dell'impianto che presenta il gruppo pompa in avaria e la rottura della struttura in acciaio del pozzo.

In data odierna il servizio Acquedotto (5 Area Tecnica) ha disposto i lavori di ripristino della struttura del pozzo che si concluderanno con l'inserimento di una nuova "camicia" di diametro leggermente inferiore per salvaguardare la tenuta nel tempo del pozzo oggi seriamente compromessa.

A conclusione di quest'ultimo intervento sarà messa in opera la nuova pompa sommersa con la relativa nuova tubazione e quadro elettrico di comando.

Gli organi tecnici comunali hanno previsto per la esecuzione dei lavori sopra descritti una durata di circa dieci giorni, salvo imprevisti e complicazioni.

Pertanto si invita la popolazione ad utilizzare l'acqua con parsimonia evitando in modo assoluto sprechi.

Inoltre richiamata l'Ordinanza Sindacale R.O. n. 172 del 24/11/2004 prot. n. 2403PM si ribadisce che l'acqua erogata dall'acquedotto comunale non può essere utilizzata per usi alimentari ma solo per usi igienico-sanitari.

Ci scusiamo per il temporaneo disagio e confidiamo nel senso di fattiva collaborazione della cittadinanza tutta.

Dalla Residenza municipale, lì 19/06/2013.

F.to L'Assessore ai LL.PP. (Sig. Alessandro RUBINO)
F.to Il Sindaco (Avv. Giovanni GUGLIOTTI)

Mercoledì, 19 Giugno 2013 15:26

SOGGIORNO MARINO PER MINORI E DISABILI 2013

Questo Comune organizza un soggiorno marino per un totale di 100 minori di età compresa tra i 6 e i 14 anni compiuti, con riserva di n. 10 posti per minori disabili e n. 10 posti per minori affidati ai Servizi Sociali.

Il soggiorno si svolgerà presso un lido di Castellaneta Marina nei mesi di Luglio/Agosto 2013 e sarà articolato in due turni di 50 partecipanti, della durata di 10 giorni, dal lunedì al venerdì.

MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELLE ISTANZE

L'istanza va redatta su appositi modelli, reperibili presso l'ufficio Servizi Sociali e sul sito web all'indirizzo: www.castellaneta.gov.it/modulistica e consegnata all'Ufficio Protocollo del Comune di Castellaneta entro il 28.06.2013 con allegata la seguente documentazione:

  • Certificato medico di idoneità al soggiorno marino;
  • Attestazione I.S.E.E 2013- redditi 2012;
  • Fotocopia verbale di invalidità civile per i disabili.

La graduatoria delle domande ammesse sarà stilata partendo dal valore I.S.E.E. più basso.

pdf iconascarica modulo di richiesta

Il Vice Sindaco
Assessore alle Politiche Sociali
    Il Dirigente VI^ Area     Il Sindaco
Alfredo Cellamare Dott. Francesco Perrone Avv. Giovanni Gugliotti

 

   

 

Mercoledì, 19 Giugno 2013 15:21

SOGGIORNO MARINO PER ANZIANI

Nel quadro delle iniziative a favore dei cittadini anziani, questo Comune intende organizzare, durante il mese di luglio 2013, un soggiorno marino della durata di 15 giorni, da lunedì al venerdì, presso un lido di Castellaneta Marina.

Il soggiorno è riservato ai cittadini anziani che hanno compiuto il 65° anno di età, se uomini, il 60°, se donne.
I partecipanti verseranno un contributo di partecipazione alla spesa rapportato al proprio reddito familiare (I.S.E.E.) e precisamente:

  • da 0 a €. 6.253,00
  • da € 6.253,01 a €.11.500,00
  • da € 11.500,01 a €.16.600,00
  • per i redditi superiori a 16.600,00
  • gratuità €. 70,00 €. 80,00 € 130,00

MODALITA' DI PRESENTAZIONE DELLE ISTANZE

L'istanza va redatta su appositi modelli, reperibili presso l'ufficio Servizi Sociali e sul sito web all'indirizzo: www.castellaneta.gov.it/modulistica e consegnata all'Ufficio Protocollo del Comune di Castellaneta tassativamente entro il 28.06.2013 con allegata la seguente documentazione:

  • copia dell'attestazione I.S.E.E 2013 redditi 2012;
  • certificato medico di autosufficienza fisica e psichica al soggiorno marino;
  • ricevuta del versamento rilasciata dalla Tesoreria Comunale.

I cittadini che hanno usufruito del servizio trasporto a Torre Canne non possono partecipare al soggiorno marino.

pdf iconascarica modulo di richiesta

Il Vice Sindaco
Assessore alle Politiche Sociali
    Il Dirigente VI^ Area     Il Sindaco
Alfredo Cellamare Dott. Francesco Perrone Avv. Giovanni Gugliotti