Venerdì, 15 Giugno 2018 18:35

CONSORZIO DI BONIFICA, TAVOLO TECNICO COL COMUNE DI CASTELLANETA

Esiste un tributo, il 630 (la quota dovuta da ciascun consorziato ai fini della ripartizione delle spese sostenute dal consorzio di bonifica per la manutenzione e l’esercizio delle opere di propria competenza), che da sempre è stato fardello e assillo di ogni agricoltore. Su questo e sulle problematiche legate al Consorzio di Bonifica è intervenuto l'incontro pubblico, organizzato dall'Amministrazione Gugliotti, lo scorso martedì 12 giugno, nel salone di rappresentanza del Palazzo Catalano di Castellaneta.

All’incontro erano presenti il Sindaco di Castellaneta, Avv. Giovanni Gugliotti, l’Avv. Maria Terrusi consigliere comunale con delega all'agricoltura, ed i Dott. D'Andria, De Simone, Bruno e Galasso, in rappresentanza del Consorzio di Bonifica Stornara e Tara e Terre d'Apulia.

I manager del Consorzio, dopo aver illustrato le opere realizzate e il programma degli interventi da realizzare nei prossimi anni, si sono confrontati con la platea, composta in particolare dai rappresentanti delle associazioni di categoria, professioni e imprenditori agricoli.

In particolare, i Dott. Alfonso Cavallo e Aldo De Sario, rispettivamente Presidente e Direttore Coldiretti Taranto, hanno denunciato l’inerzia del Consorzio, sia nell'azione ordinaria che di straordinaria manutenzione delle opere. Rimarcando la preoccupazione per lo stato abbandono di alcuni canali di bonifica, che sono colmi di rifiuti e di vegetazione arborea ed erbacea, tanto da compromettere il regolare deflusso delle acque con il consequenziale pericolo di esondazioni, hanno auspicato che la Regione Puglia possa destinare adeguate risorse ai Consorzi per alleviare l'esborso richiesto agli agricoltori consorziati.

Dalla platea è stata denunciata l'assenza del Consorzio in alcune zone del territorio comunale, dove da oltre 30 anni non vengono eseguite opere, generando il malcontento dei contribuenti che ritengono gravemente iniquo il prelievo tributario loro imposto.

Il convegno si è concluso con l'impegno di istituire un tavolo tecnico in cui Comune, associazioni di categoria e Consorzio possano condividere insieme il piano triennale di interventi da attuare sul territorio comunale; unitamente all'individuazione di soluzioni che possano consentire una riduzione degli oneri per i consorziati.

Letto 323 volte