Martedì, 18 Giugno 2013 12:29

COMUNE E ARIF PER LA TUTELA DEI BOSCHI

I boschi sono un bene primario da tutelare. E' con queste premesse che il comune di Castellaneta ha siglato l'accordo con l'Agenzia Regionale per le attività Irrigue e Forestali (ARIF).

L'Assessorato alle Politiche Agricole ha richiesto ed ottenuto la collaborazione di una squadra dell'ARIF composta da circa 10 unità che, da ottobre del 2012 e fino al 14 giugno u.s., ha messo in sicurezza diverse aree boscate di Montecamplo. Si tratta di uomini e mezzi messi a disposizione dalla Regione Puglia, mentre l'Amministrazione comunale provvede alla fornitura dei beni di consumo, in particolar modo carburanti.

"Si è intervenuti – ha spiegato l'assessore dott. Gianrocco De Marinis - dapprima sulla strada comunale n. 36 che corre lungo "Iazzo Maldarizzi" ed in seguito si sono eseguiti interventi prospicienti la "Gravina San Nicola" e la "Gravina di Pentimelle". I lavori eseguiti sono consistiti principalmente nella riapertura di vecchie piste forestali e fasce tagliafuoco, prive di manutenzione ormai da diversi anni. I sentieri esistenti, infatti, inghiottiti dalla vegetazione nel corso del tempo, sono ritornati utili e percorribili per eventuali interventi di emergenza anche per i grossi mezzi dei vigili del fuoco.
Il sindaco avv. Giovanni Gugliotti, da una parte si augura che non si debba mai intervenire per le emergenze, dall'altra si auspica che questa collaborazione con l'ARIF possa continuare anche nei prossimi anni, per mettere in sicurezza i diversi polmoni verdi presenti nel nostro territorio.

L'assessore De Marinis sta lavorando proprio in questa direzione "di concerto con il coordinatore della squadra ARIF abbiamo già stilato il programma per la prossima stagione silvana che prevede dapprima la riapertura di altre piste forestali e poi il miglioramento della fruibilità delle aree boscate, con la creazione di sentieri per trekking e mountain bike".
"Dobbiamo portare le scuole e gli appassionati a rivivere la natura – ha aggiunto l'assessore – un bosco fruibile e frequentato è meno vulnerabile sia agli attacchi dei piromani che alle discariche abusive".

L'appuntamento per i nuovi lavori è rimandato al prossimo ottobre; le squadre dell'ARIF, infatti, dal 15 giugno al 15 settembre, sono impegnate nella lotta agli incendi boschivi, dove si affiancano al Corpo Forestale già presente sul territorio ed alle associazioni di protezione civile, il tutto per cercare di difendere al meglio un territorio vasto ma infinitamente ricco di varietà naturalistiche.

Ma l'ARIF non si occupa solo di incendi. Il corpo regionale, infatti, fornirà un'assistenza continuativa in tutti i boschi a coloro che si avventureranno in passeggiate al riparo dall'afa estiva. Infatti oltre alla prevenzione tra i compiti dell'ARIF vi anche quello di educazione all'ambiente, al rispetto per la natura e ad apprezzarne il valore della sua presenza. Soprattutto dei piccoli corsi d'acqua e dei piccoli boschi che spesso vengono dimenticati dalle istituzioni e lasciati nel totale isolamento.

Letto 1219 volte